AED LIFELINE LA SICUREZZA NELLA DEFIBRILLAZIONE
HOME PAGE
HOME PAGE
Diventa nostro Fan

Estate Sicura

Download modulistica

Statistiche visite
Credits

 

International Maritime Rescue Federation

 


Informazioni turistiche sull'Isola d'Elba

Il Progetto prevede, in una data da stabilirsi, sulle spiagge in agosto, ma anche nelle scuole, piscine, aule consiliari, ecc., attuare la “Giornata della Sicurezza in mare”, in cui i bambini saranno artefici e protagonisti della manifestazione stessa.

Attraverso il gioco “Papà ti salvo io” i bambini impareranno nella pratica a rispettare le norme di sicurezza balneare, dell’ambiente, nonché le regole per un viaggio sicuro per andare al mare in automobile, mettendo in atto quanto appreso a Scuola. Nella mente dei giovanissimi restano, così, a lungo le immagini spensierate del gioco associate alle norme, educando il mondo degli adulti alla loro osservanza. 

Enti di supporto:
L’acquisita condivisione del progetto da parte del Comando Generale delle Capitanerie di Porto/Guardia Costiera, assicura il coinvolgimento delle Capitanerie di Porto e uffici dipendenti nelle azioni di supporto. 

Inoltre sono partners:
Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti;  
Dipartimento della Protezione Civile;

Il progetto si colloca nel quadro del “Piano spiagge sicure: Giornata della Sicurezza sul mare – 2003” ideato dalla Società Nazionale di Salvamento ONLUS – Genova.
 

In relazione alla prevenzione degli incidenti in mare, nonché alla maggiore sensibilità per la sicurezza balneare, il progetto si propone di diffondere la conoscenza delle principali norme comportamentali di sicurezza in mare e di educazione stradale.

Il progetto si rivolge ai bambini in età scolare relativa alle ultime classi delle scuole elementari e alle prime classi delle scuole medie.
Il proposito intende, in un concetto di sicurezza globale, creare quella cultura nei bambini che possa renderli motivatamente responsabili per se stessi e per gli altri, cioè verso coloro che d’estate frequentano le spiagge, siano essi amici e/o adulti. I bambini quali protagonisti attivi ed attenti (Baby watch: Piccolo Bagnino) di azioni che favoriscano, non solo, una balneazione consapevolmente sicura e il rispetto dell’equilibrio ecologico marino, ma anche portatrici di una educazione stradale di base per un viaggio sicuro di andata e ritorno dai luoghi di mare.

I bambini, diventando “Piccoli Bagnini”, sono soggetti che, nel loro rapporto con i genitori e con gli adulti, diventano determinanti nei confronti delle esigenze di recupero dei valori della sicurezza e della prevenzione.

Questa proposta di intervento attiene, nella sostanza, alla promozione di un percorso innovativo volto all’educazione alla sicurezza per la cultura della prevenzione di comportamenti a rischio associati ai pericoli di una giornata al mare ed alla scarsa attenzione per l’ambiente relativo, affinché una giornata di divertimento non si trasformi in un evento luttuoso.

In ultima istanza, l’iniziativa vuole dare al bambino conoscenze per l’autoprotezione ed il ruolo di portatore di una iniziale cultura di comportamenti responsabili rispetto alla popolazione e gettare le basi per una più vasta educazione di Protezione Civile dove i bambini sono protagonisti attivi nel ruolo della prevenzione quali soggetti di mediazione e di sollecitazione nei confronti degli adulti. Lo scopo ulteriore ed importante è quello di contribuire a formare cittadini responsabili pronti ad agire con consapevolezza e con sicurezza nelle grandi emergenze.

Tale percorso metodologico pretende, di tentare un legame di elementi teorici con aspetti operativi e con esemplificazioni pratiche attraverso la pratica ludica. Cioè, da un lato, attribuire al “gioco” lo strumento per la formazione dei bambini e la funzione di stimolo per l’acquisizione della cultura della sicurezza globale consapevole e, dall’altro, valorizzare le competenze e le possibili sinergie dei diversi attori pubblici nei vari territori costieri e sensibili al tema dell’iniziativa promossa.

Obiettivi:

  1. educazione e sensibilizzazione giovanile rivolta alla prevenzione e alla sicurezza sulle spiagge, in mare, in viaggio;
  2. educazione e sensibilizzazione giovanile al rispetto ambientale del territorio, con particolare riferimento al litorale ed al mare prospiciente.
  3. educazione e sensibilizzazione giovanile alla cultura di Protezione Civile per costruire un linguaggio comune che possa stimolare un coinvolgimento ed una responsabilizzazione, anche dei non addetti ai lavori;
  4. realizzazione di intervento informativo – educativo mirato a facilitare i comportamenti attraverso l’attività ludica

Enti di supporto:
L’acquisita condivisione del progetto da parte del Comando Generale delle Capitanerie di Porto/Guardia Costiera, assicura il coinvolgimento delle Capitanerie di Porto e uffici dipendenti nelle azioni di supporto. 

Inoltre sono partners:
Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti;
ipartimento della Protezione Civile;

Il Progetto prevede, in una data da stabilirsi, sulle spiagge in agosto, ma anche nelle scuole, piscine, aule consiliari, ecc., attuare la “Giornata della Sicurezza in mare”, in cui i bambini saranno artefici e protagonisti della manifestazione stessa. Attraverso il gioco “Papà ti salvo io” i bambini impareranno nella pratica a rispettare le norme di sicurezza balneare, dell’ambiente, nonché le regole per un viaggio sicuro per andare al mare in automobile, mettendo in atto quanto appreso a Scuola. Nella mente dei giovanissimi restano, così, a lungo le immagini spensierate del gioco associate alle norme, educando il mondo degli adulti alla loro osservanza. Il gioco “Papà ti salvo io” è inserito all’interno di una confezione, da consegnare a ciascun bambino, predisposta dalla Società Nazionale di Salvamento – Onlus.

Essa contiene: 

  • n. 1 T-shirt, 

  • n. 1 cappellino, 

  • n. 1 portachiavi Foca Bibi, 

  • dadi e pedine, 

  • n. 1 scheda per il sorteggio finale del vincitore, 

Le fasi della Giornata di Festa della Sicurezza in mare, oltre la consegna delle confezioni predette, prevede: 

  • la vestizione dei bimbi alla presenza delle Autorità locali (Sindaco, Comandante del Porto, Direttore di sezione della Società Nazionale di Salvamento, ecc.), 

  • la foto ricordo, 

  • i servizi stampa. 

Al termine dello svolgimento del gioco viene, con apposita cerimonia alla presenza delle predette Autorità, consegnato ai bambini l’attestato diploma “I am a Baby Watch”- Io sono un Piccolo Bagnino. Segue il sorteggio, tra tutti i bimbi diplomati, per l’assegnazione del “Baby Watch d’oro” fase locale. 

Un apposito evento conclusivo, sul quale si sta lavorando, prevede l’organizzazione di una significativa manifestazione presso la sede centrale della Società Nazionale di Salvamento – Onlus, in cui vi sarà l’estrazione a sorteggio, fra tutti i “Baby Watch d’oro” delle fasi locali, del nominativo del bambino che ha diritto ad un viaggio premio in San Diego California, per la visita con un genitore alle strutture dell’omologa associazione statunitense. 

norme comportamentali di sicurezza
in mare e di educazione stradale

Manifestazione all'Isola d'Elba (2003)


segnalato da: google - altavista - virgilio - msn - yahoo - lycos - supereva - tiscali - arianna - libero - excite - alltheweb - teoma - dmoz
© Copyright 2012 S.N.S. Isola d'Elba - vietata qualsiasi riproduzione anche parziale